venerdì 20 aprile 2018

Quale sarà il futuro della Giardinetti?

Ieri, mercoledì 19 aprile,come ben sapete sono stato chiamato a partecipare a un seminario tematico sulla Roma-Centocelle-Giardinetti nella sede del VI Municipio.
Durante l'assemblea, che potete rivedere integralmente con questo link, sono intervenuto per presentare le evidenti mancanze di coordinamento tra il Comune di Roma e la Regione Lazio. Il progetto di rilancio, tra l'altro largamente sostenuto dagli abitanti della zona, rischia infatti di non vedere mai luce se il passaggio della proprietà della linea dalla Regione al Comune non avverrà in tempi brevi e certi.
Da cittadini sappiamo bene che per la politica i tempi sono una nota particolarmente dolente. Enrico Stefàno, che già nel luglio scorso si era sbilanciato promettendo la riapertura entro il 2018, ha spostato in avanti di sei mesi il suo impegno: ora il ritorno a Giardinetti è fissato per la prima metà del 2019. 
Da osservatore non posso far altro che registrare questa nuova data, aggiornando opportunamente il "tabellone" digitale che è la copertina della mia pagina facebook.


La mia attività proseguirà nei prossimi mesi con l'auspicato primo incontro col nuovo assessore ai trasporti regionali Mauro Alessandri. Come sempre tornerò per aggiornarvi!

domenica 15 aprile 2018

Formula E, una formidabile scossa per far ripartire l'EUR

Ieri nel quartiere dell'Esposizione Universale di Roma si è finalmente tenuta la Formula E: la corsa delle monoposto elettriche si è sviluppata per un tracciato di circa 2,8 chilometri passando lungo via Cristoforo Colombo, la Nuvola, il Palazzo dei Congressi, via delle Tre Fontane, viale della Civiltà del Lavoro. Nonostante alcuni vistosi errori organizzativi, come l'apertura dei cancelli con oltre 40 minuti di ritardo per le tribune 4A e 4B o i percorsi pedonali che potevano essere decisamente meglio ottimizzati, la prima edizione dell'evento si è tenuta in completa sicurezza.

Personalmente ho vissuto la Formula E non tanto quanto un rilancio dei temi della mobilità sostenibile, che c'entrano poco o nulla con una corsa d'automobili, bensì come una bella scossa per ridare vita al cuore malato dell'EUR. Tra tutti i lavori finanziati dall'organizzazione dell'evento forse il più simbolico è stato la riapertura del sottopasso della Colombo, chiuso da oltre 15 anni.
Non può quindi che essere accolto positivamente l'annuncio di un protocollo tra Formula E e Roma Capitale per riportare la gara nei prossimi anni in città.

I disagi per la viabilità erano inevitabili, ma il coordinamento con la Polizia Locale ha minimizzato i danni in tal senso. Gli utilizzatori del trasporto pubblico sono stati colpiti in misura minore, visto che la metropolitana è sempre rimasta aperta e gli autobus hanno circolato nonostante il traffico: particolamente decisivo è stato il corridoio della mobilità Laurentina, che sebbene sia aperto in una minima parte, ha premiato chi ha utilizzato l'autobus. Questo dato di fatto dovrebbe far riflettere la nostra amministrazione sull'importanza delle corsie preferenziali realmente protette.

giovedì 5 aprile 2018

Verso il ritorno a Giardinetti

Dobbiamo diventare il motore del cambiamento che vogliamo, questo è uno dei valori in cui credo.
Dopo ormai quasi 5 anni di attività sul web e nelle sedi istituzionali, oggi posso orgogliosamente aggiungere una piccola pietra miliare per questo blog: giovedì 19 aprile interverrò come relatore nel seminario “Roma-Giardinetti: quale futuro.” organizzato dal municipio VI.



Il mio contributo verterà prevalentemente sulle necessità dei pendolari, il desiderio di un servizio frequente, accessibile, veloce e soprattutto ripristinato nella sua interezza fino a Giardinetti. Sarà anche l’occasione per smontare definitivamente alcun bias cognitivi, come l’apparente sovrapposizione con la linea C, la necessità di convertire lo scartamento ridotto in scartamento tramviario, i presunti costi astronomici che avrebbe la ricostruzione dell’infrastruttura.

Spero possiate esserci numerosi per sostenere il rilancio della linea, che entro la fine del 2019 dovrebbe essere ceduta dalla Regione Lazio al Comune di Roma, e conoscerci di persona.